Movimprese, in Sicilia +3.297 unità tra aprile e giugno

Movimprese, in Sicilia +3.297 unità tra aprile e giugno

Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestPrint this pageEmail this to someone
In aumento il numero delle imprese siciliane nel secondo trimestre 2017 con un saldo positivo di 3.297 unità. È quanto emerge dall’analisi dei dati ufficiali sulla natalità e mortalità delle imprese tra aprile e giugno 2017, diffusi da Unioncamere – InfoCamere e rielaborati dall’ufficio studi di Unioncamere Sicilia, secondo cui il tasso di crescita nell’Isola è pari al +0,72%, con 7.720 iscrizioni e 4.423 cancellazioni. Sale così a quota 459.244 il numero complessivo delle imprese presenti nei registri delle Camere di Commercio siciliane, confermando un trend di crescita lento ma costante.
Secondo Movimprese, a livello provinciale il trend migliore si registra a Trapani con un tasso di crescita pari allo 0,96% determinato da 821 iscrizioni e 380 cessazioni avvenute nel periodo preso in esame dalla rilevazione. Seguono Agrigento (698 iscrizioni contro 340 cancellazioni e un tasso di crescita dello 0,90%) e Messina (967 iscrizioni, 461 cancellazioni, +0,85%). In termini assoluti, invece, Catania si conferma il territorio più vivace con 1.928 nuove attività a fronte di 1.124 cessazioni (+0,80%) su uno stock complessivo di 101. 847 imprese registrate (dato aggiornato al 30 giugno 2017). Palermo è al secondo posto per numero di imprese iscritte (in tutto 96.297), ma a livello di variazione percentuale nel secondo trimestre il capoluogo registra il tasso di crescita più basso dell’Isola, +0,47%, determinato da 1.539 iscrizioni e 1.087 cessazioni con un saldo di 452 unità.
Per quanto riguarda la forma giuridica, quella più scelta dagli imprenditori siciliani è la “ditta individuale”: tra aprile e giugno sono state iscritte 5.006 nuove unità a fronte di 3.593 cessazioni. In crescita anche le “società di capitale” con 2.073 iscrizioni e 415 cessazioni. Stabili, in termini percentuali, le “società di persone” e le “altre forme” giuridiche.
«Il tessuto imprenditoriale dell’Isola – dice il segretario generale di Unioncamere Sicilia, Santa Vaccaro – cresce in maniera lenta ma costante. Per accelerare questo cammino, il sistema camerale scende in campo con tutte le sue forze e gli strumenti che ha a disposizione per promuovere la crescita e lo sviluppo. Unioncamere Sicilia punta molto sui giovani anche grazie a “Crescere Imprenditori”, progetto nazionale per supportare e sostenere l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità, attraverso attività mirate di formazione e accompagnamento all’avvio d’impresa. A settembre, infatti, partirà l’ultima tornata di corsi destinati ai giovani tra i 18 e i 29 anni che hanno un’idea di impresa e vogliono mettersi in proprio».
Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestPrint this pageEmail this to someone
Categoria Unioncamere