PROGETTO PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE E DEL TURISMO

PROGETTO PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE E DEL TURISMO

Unioncamere Sicilia sostiene le iniziative previste dal Fondo di Perequazione 2015-2016 in favore del turismo e per il rilancio complessivo della filiera, con l’obiettivo di contribuire a rendere maggiormente competitiva l’offerta regionale. L’azione di Unioncamere Sicilia si svolge sia attraverso studi, ricerche ed analisi statistiche, sia partecipando direttamente ad iniziative per la valorizzazione dei beni paesaggistico-culturali, sempre favorendo dialogo tra gli attori coinvolti nelle politiche di supporto al settore.

L’obiettivo del programma è quello di dotare le Camere di commercio degli strumenti fondamentali per presidiare la competenza in materia di valorizzazione del patrimonio culturale e promozione del turismo, anche tenendo conto del necessario raccordo con gli enti e organismi preposti (Amministrazioni regionali, Province Autonome, Poli museali etc.).

Si tratta di linee di attività che riguardano:

  1. la programmazione su base regionale delle analisi sugli ecosistemi delle destinazioni turistiche, già definite nei Piani Regionali, per realizzare una “mappa delle opportunità” in grado di fornire ai sistemi d’impresa nuove chiavi di sviluppo valorizzando il loro ruolo nel “ciò che manca” e le conseguenti potenzialità di sviluppo nei diversi ambiti territoriali;
  2. la specializzazione dell’osservazione economica, tale da individuare le linee di sviluppo del settore, delle destinazioni turistiche, dei prodotti turistici locali e delle migliori pratiche di gestione d’impresa, fornendo in tal modo alle imprese strumenti operativi per migliorare il loro posizionamento competitivo;
  3. la realizzazione, a completamento delle analisi di cui ai punti precedenti, di un evento di livello regionale per la presentazione dei primi risultati delle indagini realizzate, da programma in coordinamento con l’evento nazionale.

 

Verrà inoltre specializzata l’osservazione economica, per individuare le linee di sviluppo delle destinazioni turistiche, dei prodotti turistici e delle migliori pratiche d’impresa per fornire strumenti operativi per migliorare il posizionamento competitivo delle imprese, anche in raccordo con gli enti e organismi preposti (Amministrazioni regionali, Province Autonome, Poli museali etc.).

MAPPA DELLE OPPORTUNITA’

Le attività sono da realizzare su un livello regionale, sulla base degli strumenti forniti da Unioncamere, sarà effettuata la ricognizione delle informazioni relative ai singoli attrattori territoriali definiti nei piani regionali. Si tratta di realizzare l’analisi dei limiti alla loro fruizione (mobilità, accessibilità, ecc.) e al loro (mancato) collegamento con altri attrattori della stessa destinazione turistica. Informazioni qualitative che forniranno la “mappa delle opportunità” a beneficio delle imprese; uno strumento che faccia da “link” tra gli attrattori e gli attori delle filiere del turismo e dei beni culturali.

SPECIALIZZAZIONE DELL’OSSERVAZIONE ECONOMICA

Sulla base degli strumenti forniti da Unioncamere, sarà effettuata la ricognizione delle informazioni relative alle buone pratiche/avanguardie imprenditoriali e strutturare l’analisi più specialistica e la reportistica a beneficio delle imprese e delle politiche locali. Dovranno, inoltre, essere testate il potenziale utilizzo di metodologie che sfruttano i Big Data per l’implementazione dell’osservazione economica secondo la metodologia sviluppata a livello centrale.

– Report contenente le avanguardie imprenditoriali/best practices più idonee a ispirare innovazioni funzionali allo sviluppo delle imprese.

– Report sui risultati della ricognizione/test sull’utilizzo delle metodologie innovative in tema di osservazione economica.

REALIZZAZIONE ATTIVITA’ DELL’EVENTO REGIONALE “IMPRESA CULTURA TURISMO”

In coordinamento con la data di realizzazione dell’evento a livello nazionale, andranno predisposti i materiali e le attività per l’evento di presentazione e di analisi dei risultati ottenuti attraverso la mappa delle opportunità, l’analisi economica di livello locale e la raccolta delle pratiche innovative di gestione d’impresa.